Repetita iuvant

Quando sei di nuovo matricola a quarantasette anni, il mondo intorno a te è diverso: non ci sono felpe oversize e jeans sformati, ragazzini timidi e brufolosi, platee che si alzano in piedi all’ingresso del professore o paura di non essere all’altezza .
Sono tutti belli, vestiti alla moda, hanno la pelle liscia, sono hipster in ogni loro esternazione e considerano i professori semplici funzionari che devono trasferire informazioni.
La bellezza però che trasmettono è anche intellettuale, è curiosità, è interesse verso il sapere. Sembrano grandi ma hanno mille incertezze e , prima di un esame, si trasferiscono informazioni spesso frammentarie ed inesatte.
Io mi godo ogni istante di questa esperienza, come se avessi l’opportunità di essere dentro ad un film anziché guardarlo da spettatore: mi emoziono tanto da avere il cuore in gola prima di un esame, mi illumino quando posso partecipare ad una lezione e sono in grado di comprendere tutti i voli pindarici del professore, mi intenerisco quando vedo esultare un ragazzino per un 21…
Insomma, tornare sui banchi di scuola , con tutto quello che ho imparato vivendo fino ad oggi,è una meraviglia di cui mi sento grata.
La mia sete di imparare è immensa e non è quella che avevo a vent’anni: forse la vita andrebbe davvero vissuta al contrario!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...