Per sempre

Anche questa mattina mi sono svegliata all’alba. Ho sentito subito che era un giorno diverso. Qualcosa dentro di me ha smesso di pesare. Come quando ti togli lo zaino dalle spalle. Ho avvertito la stessa leggerezza.
Mi sono preparata l’acqua calda per il limone e ho letto le mail. La sensazione di leggerezza continuava. Mi sono anche incazzata perché hanno indetto una riunione per lunedì ed io avevo già fissato degli appuntamenti. Ma era leggera anche la rabbia.
Sono uscita a fare i miei diecimila passi, avevo la musica nelle orecchie ed i pesetti nelle mani ma ero leggera.
Ho fatto colazione al solito bar ed ho osato una brioche con la nutella, per capire se il consueto senso di colpa subentrava almeno allora.
Invece niente. Leggera come un palloncino.
Mi sono messa i pantaloni, quelli eleganti, con i tacchi alti, quei sandali nuovi tanto belli, mi sono truccata e sono uscita. Mi vedevo bella. Luminosa.
In ufficio non funzionava niente, come sempre, internet bloccato, il buon Giacomo che sbraita al telefono e le urgenze da risolvere…eppure sono rimasta leggera.
Poi ho capito.
Arriva quel giorno in cui è tardi. In cui non c’è più tempo.
E allora lasci andare.
Fai volare quel peso dal tuo cuore e vai avanti.
Non arriverai più. Lo so.
Non riderai né piangerai. Non ti sbuccerai le ginocchia provando la bicicletta nuova.
Non sentirai crollare il mondo per un amore finito o ballerai senza musica perché ti sei innamorata.
Non ti emozionerai davanti ad un campo di girasoli o ad un tramonto infuocato.
Non leggerai le poesie di Prévert e Neruda.
Non saprai com’è azzurro l’azzurro in Grecia, com’è verde il verde in Irlanda, com’è giallo il giallo in Sicilia.
Non avrai coliche, rigurgiti, dentini da buttare fuori con dolore.
Non imparerai a parlare, camminare, scrivere, leggere, ripetere la tabellina del 7 ( che è la più difficile) o declamare una poesia a memoria.
Non piangerò in silenzio quando deciderai di andare in Australia per l’Erasmus.
Non avrò paura che scappi dalla mia mano, correndo in mezzo alla strada.
Non ti urlerò di lavarti i denti prima di andare a dormire.
Non ti dirò che non è mai abbastanza quello che hai fatto, che da te mi aspetto di più, che sei troppo intelligente per buttarti via con quel buono a nulla, che non devi farti i tatuaggi, fumare e drogarti.
Non leggerò il tuo diario di nascosto per proteggerti da te stessa, dal mondo o da me.
Non sentirò il tuo cuore battere nel mio, il tuo respiro sul mio viso, le tue braccia stringermi, le tue prime e buffe parole.
Non ti dimostrerò ogni giorno come essere donna, mamma, sorella, amica e figlia.
Non dovrò fare proprio niente. Perché ormai e tardi e tu non verrai più.
Ma oggi, finalmente, ho capito che questo non mi impedirà di amarti per sempre.
Ecco perché sono così leggera.

Una risposta a "Per sempre"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...