Diario di bordo

Lasciare una professione svolta per tredici anni è un passo molto importante: ci pensi, credi di avere deciso, ci ripensi, tentenni, rimandi cercando nuovi stimoli…

Una mattina però ti svegli e capisci che è arrivato il momento. Come quando comprendi di non amare più una persona. La fine è chiaramente frutto di milioni di vissuti belli e di pochi dolorosi ma qualcosa è diventato per te insopportabile.

È il tuo corpo che reagisce. Rigetta. Rifiuta. Allontana. Certo la mente la puoi guidare, ingannare, convincere e anche rabbonire. Il corpo no.

Ricominciare tutto a 47 anni sembra una follia. Persino in amore, figuriamoci nel mondo del lavoro!

Eppure ne nasce qualcosa che è indescrivibile. Impari a perdonare i tuoi difetti come hai sempre fatto con quelli degli altri. Stai bene in solitudine così come tra le persone. Ti fai dei regali. Ti concedi coccole e attenzioni. Ti permetti di provare, sbagliare e ricominciare. Ti innamori di te stessa e sai che questa storia durerà tutta la vita quindi devi mettere passione ed entusiasmo in ogni respiro.

Finalmente ti svegli ogni mattina con la gioia di fare qualcosa che ami veramente: dare corpo e vita ai tuoi sogni più profondi. E le idee si moltiplicano, i progetti nascono da ogni dove e il tuo solo impegno è quello di mettere energia in tutto.

Perché la vita è bella, davvero!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...