Vorrei

Mille cose e altre mille , poi alla fine niente.

Solo io e te.

Ma capaci di andare oltre il mondo, le attese, le regole, le trappole e le false concezioni o convinzioni .

Chi lo dice davvero, e con cognizione, che la realtà è quella che ci appare?

Montale aveva parlato di un’aria di vetro, arida , nella quale si compiva il miracolo: il nulla alle spalle, il vuoto dietro…con il suo terrore da ubriaco la guardo.

È davvero popolata solo da quello che credevo, quando non sapevo.

Ma oggi sì. Lo so. Non serve. E neppure le sue trappole e gli scorni di chi crede che la realtà sia solo quella che si vede.

Grazie Eugenio. Ho capito. Ora lo vedo.

E vado a dormire serena in un mondo popolato di case e cose vere.

Nb: tnks to E. Montale – Forse un mattino e Ho sceso tenendoti il braccio (almeno un milione di scale)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...