E siamo ancora qui…

Sembra impossibile eppure, il giorno dell’arrivo a Santiago, resta una continua emozione. Fin dal risveglio avverti delle vibrazioni dentro e fuori di te che si irraggiano dalla pelle, allo sguardo fino a trasformarsi in un sorriso che non si spegne mai, neppure tra le lacrime, quando finalmente ti lasci cadere davanti alla cattedrale. Il cielo oggi sembrava uscito direttamente da un quadro di Magritte : sfondo azzurro su cui si muovevano lente nuvolette morbide e bianchissime. Insomma il cuore sarà anche un muscolo ma batte forte per la gioia ennesima di abbracciare quell’apostolo che motiva questo viaggio lungo, faticoso e rasserenante al contempo. Splendore 🤩

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...